torna a:      il mio regno            La mia pagina su L.Tenco                

vai a:   la stampa     l'edicola       discografia        juke-box        spartiti         biografia

metti le tue idee in :   BLOG il mio regno        BLOG la mia pagina

e se ci diranno... (forum)      lascia/leggi i messaggi      e-mail

 

E Bonolis riapre il caso Tenco

Sanremo. La puntata speciale su Sanremo di "Domenica In" Ť stata anche l'occasione per riaprire il caso Tenco. L'avvocato Molinari, che nel 1967 era commissario di polizia a Sanremo, svela in diretta di aver ricevuto pressioni, la notte del suicidio del cantautore, perchŤ il cadavere venisse spostato e il festival continuasse regolarmente. In particolare Molinari cita Ugo Zatterin, allora direttore del TV Radiocorriere e responsabile della commissione selezionatrice dei brani. Il corpo di Tenco fu portato all'obitorio e poi riportato all'Hotel Savoy, ma nelle intenzioni di Molinari (e di Lello Bersani che, riferisce Molinari, ebbe per questo anche uno scontro fisico con Zatterin) avrebbe dovuto essere omaggiato con una camera ardente proprio al CasinÚ, dove si svolgeva il festival. L'ex commissario parla anche di scommesse sui cantanti negli anni Cinquanta e Sessanta, di cui fu vittima anche il re Farouk, che perse un miliardo di lire puntando su Casetta in Canada. Durante il programma di Raiuno, Ť intervenuto con una e-mail il figlio di Zatterin, Marco, che replica: "Mio padre non ostacolÚ la giustizia. Il suo intento, come sempre, fu di valutare cosa fosse meglio per il telespettatore e per la Rai". "Mio padre - afferma Marco Zatterin - riteneva che il Festival non dovesse essere interrotto. Era certo che la diffusione immediata della notizia in quel momento avrebbe generato emozione e turbativa. Per questo propose di attendere la fine della serata".

articolo tratto da "IL TIRRENO" di Livorno del 01/03/2004  

copyright © 2003 ilmioregno.it All rights reserved. Credits